I castelli dell'Alto Adige e Merano


Il Castello Principesco




Castel Verruca



.Dopo l'annessione dell'Alto Adige all'Italia, il castello divenne proprietà dell'Opera Nazionale Combattenti, che la utilizzò come colonia.
Durante la seconda guerra mondiale è andato perduto tutto il mobilio originale, ad eccezione di quello della cappella e di altre due sale, che si è parzialmente salvato.
Nel secondo dopoguerra fu acquistato da privati e nuovamente adibito ad albergo.
Nel 2001 è stato completamente restaurato.

Castel del Gatto



Con la fine della famiglia, il castello perse importanza e cominciò a declinare. Nel corso del tempo fu abitato da famiglie contadine, finché nel 1978 fu acquistato dai Pobitzer, che lo restaurarono completamente. Oggi è uno spazio utilizzato per congressi, convegni e banchetti.



Castel Trauttmansdorff



Il soggiorno dell'imperatrice rappresenta il culmine della mutevole storia di Castel Trauttmansdorff. Moritz von Leon, erede del conte Trauttmansdorff e padrone del castello durante le visite dell'imperatrice, non riesce a conservare l'ampia proprietà. 1891vende il castello a Friedrich von Deuster e ha inizio un nuovo periodo aureo che viene dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Al pari di numerosi altri cittadini germanici in Italia, anche Friedrich von Deuster subisce dopo la prima guerra mondiale l'esproprio dei suoi beni. Per il momento il castello é sfitto. Attorno al 1930 il castello viene utilizzato come ricovero temporaneo per famiglie immigrate, durante la seconda guerra mondiale diviene deposito della Wehrmacht. Gli arredi vanno quasi interamente perduti, subentra il degrado. Dopo lungo dibattito nel 1990 si individua finalmente un nuovo utilizzo della struttura. Sui terreni antistanti il castello viene allestito un grandioso "Giardino botanico", inaugurato nell'estate 2001. Gli edifici del castello vengono invece restaurati e divengono la sede del nuovo Touriseum.

Visitate il sito dei giardini di Castel Trauttmansdorff


Castel Winkel



Nel 1935 fu aquistato dal trentino Antonio Cembran, che la fece restaurare accuratamente. È ancora di proprietà degli eredi Cembran.


Castel San Zeno



Nell'arco del portale del castello si può ancora vedere la più antica raffigurazione di aquila tirolensis.
Il decadimento non fu fermato neppure dagli Asburgo, che subentrarono ai Tirolo, finché - nel 1800 Leopold von Breitenberg non l'acquistò cominciando un'opera di restauro portata avanti anche dai suoi discendenti.


Castel Tirolo



I successivi restauri ripresero nel 1850 con il ripristino delle antiche forme. Oggi castel Tirolo è completamente rinnovato ed é di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano e sede dal 1984 del Museo Archeologico Provinciale.


Castel Fontana



Oggi il castello ospita il Museo Agricolo. Le numerose tematiche affrontate riguardano in massima parte la vita dei masi d'alta quota, le difficoltà di lavorare terreni scoscesi e di effettuare trasporti su questi terreni.


Castel Scena



All'interno, disposte su sette stanze, le collezioni museali di armi, dipinti, trofei di caccia e mobili antichi.


Castel Monleone





Prenota onlineRichiesta rapida Prenota tavolo

Offerte speciali

Scoprite la nostra nuova Golden SPA

Settimane Musicali Meranesi

Settimane Musicali Meranesi

Un viaggio musicale ricco di flair attraverso 3 continenti.
25/08-23/09